le tre maggiori  forze politiche che abbiamo

  1. partito degli astensionisti
  2. partito dell’antipolitica
  3. partito preso
avvicinandosi alle elezioni iniziano con la loro,personalissima,campagna elettorale.
Il primo partito è diffuso dall’alpe alle piramidi e ne riconosci gli esponenti perchè nel bel mezzo di una qualsiasi discussione chiosano con un ” tanto non serve a nulla,sono tutti uguali”; ricordiamoci che pure Nanni Moretti si è fatto uno skecth con tali esponenti.
Il secondo partito lo riconosci per quel non so che di acredine in perenne attività perchè devono fare,partecipare,controbattere e sono contro il sistema.
Apro e chiudo una breve parentesi relativa al movimento 5stelle; sono completamente in accordo a metà con chi ci mette la faccia e dedica il proprio tempo e condivido l’idea,non solo in politica, ma come società di investire nelle persone di giovane età  ma non condivido il metodo.
Ora mi aspetto la classica frase:facile parlare e non proporre
e qui arriviamo al primo partito d’Italia quello che ci racchiude tutti e per citare un brano della filosofia tozziana: ” prima o poi gli altri siamo noi”.
Solo il filosofo Pezzali ha fatto di meglio ma ne parleremo in altra sede per non andare fuori tema.
Io sono  stufo di sentire persone che hanno la verità in tasca e che ti danno la loro democrazia. Non parlo di politici,luminari,politologi,economisti e tutta l’arca di Noè ma delle’ persone vicine a noi tutti i giorni.
La mia posizione?  in divano!
non scherzo e non è solo gusto per la provocazione perchè  ritengo che se  lavoro  bene e con coscienza,voglio tornare a casa e dedicarmi alla mia famiglia.
Vorrei evitare di entrare nel gregge di quelli che sono fuori dal gregge.
Vota al referendum,quello che vuoi ma vota perchè questo ti qualifica e da qualcosa bisogna partire.
Buonacontinuazione,Massimo