La realtà è così frenetica e convulsa che, forse, la vera rivoluzione è iniziare a stare fermi.